“Bagni senza porte e materassi fatiscenti”. Sconcerto del Garante per l’hotspot di Lampedusa

La Stampa

 “Bagni senza porte e materassi fatiscenti”. Sconcerto del Garante per l’hotspot di Lampedusa

«Non è possibile che nell’hospot di Lampedusa dopo un anno dalla nostra denuncia ci siano ancora i water senza porte e materassi sporchi, non c’è una mensa». A dirlo è Mauro Palma, garante nazionale dei detenuti e delle persone private dalla libertà personale, che oggi ha tenuto a Palermo una conferenza stampa, dopo la visita all’hotspot di Lampedusa insieme al Garante regionale Giovanni Fiandaca.



«La situazione più preoccupante che ho trovato - ha spiegato - è che le condizioni riscontrate nel centro sono le stesse di un anno fa: quelle che già avevamo denunciato al ministero dell’Interno. Tutte le indicazioni di miglioramento non sono state colte. Avevamo chiesto che gli ambienti fossero decorosi. È inaccettabile in Europa avere ancora bagni alla turca senza porte. Così come i materassi su cui non ci poggeremmo mai sopra. Questo non toglie nulla alla professionalità delle persone, ma gli standard vanno mantenuti».



Il problema è anche la lunga permanenza dei migranti nell’hotspot: «Sarebbe diversa la valutazione se questa situazione dovesse essere affrontata dai migranti per pochi giorni, ma è intollerabile se questi ragazzi rimangono lì per mesi. A questo punto ci si chiede se l’hotspot è un centro di detenzione, visto che i migranti non possono uscire. Mi viene detto che possono allontanarsi da un buco nella rete di recinzione».



La visita del garante Palma arriva a pochi giorni dai disordini nell’hotspot. Il 20 gennaio una lite tra due tunisini è degenerata in una piccola rivolta di 250 persone con tanto di lancio di sassi contro le forze dell’ordine che presidiavano l’hotspot. Un carabiniere centrato alla testa che se l’è cavata con un ematoma e qualche giorno di prognosi.

  Vai alla Fonte / Approfondisci

AUTORIZZAZIONE UTILIZZO COOKIE
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookies.
Maggiori informazioni [CHIUDI]